NPS Edizioni al Salone del libro di Torino

I libri di NPS Edizioni al Salone del libro di Torino

Bentrovati, lettori! Oggi vi diamo una super notizia: dal 9 al 13 maggio una piccola delegazione di NPS sarà presente al Salone del libro di Torino, presso Lingotto Fiere, con tutti i nostri libri. Saremo ospiti degli amici della Dark Zone, per cui ci troverete nel padiglione 2, allo stand G112-H113! Vi aspettiamo.

Troverete tutti i libri di NPS Edizioni, e alcuni nostri autori, comprese le novità della primavera, fresche di stampa: Il mistero di Virginia Hayley, intrigante romanzo gotico di Alessio Filisdeo; Bestie d'Italia, antologia di racconti fantastici con protagoniste le creature del folclore italiano; Quando Betta filava, i racconti di Alessio Del Debbio ispirati a leggende e tradizioni popolari toscane; Tito il dito e l'alieno scoppiettante, di Maria Pia Michelini, racconto per bambini, contenente immagini da colorare.

Londra. Autunno 1892.

Una serie di efferati delitti a sfondo rituale sconvolge la città e l'opinione pubblica. Un investigatore oppiomane, un'elegante dama straniera, un americano dai modi spicci e un vecchio cacciatore aristocratico si ritrovano a indagare sull'omicidio della giovane Virginia Hayley, che Scotland Yard cerca pervicacemente di nascondere.

In una corsa contro il tempo, tra bassifondi degradati, sontuose sale da ballo e magioni infestate da antiche presenze, i quattro riluttanti compagni si ritroveranno invischiati loro malgrado in un inquietante complotto interno all'Impero britannico, cercando al contempo di scongiurare il Crepuscolo di Ra e l'avvento del caos.

Qualunque organo governativo rappresentiate realmente, di qualunque società segreta o circolo facciate parte, dimenticate gli accadimenti connessi a Virginia Hayley. Inseguirli, e badate che questa non è una minaccia, vi distruggerà.

Il mondo, dicono, è un luogo oscuro e crudele. Credetemi, non volete sapere quanto in realtà sia ancora più oscuro e crudele.

(Il mistero di Virginia Hayley, Alessio Filisdeo)

Lupomanaio, marabbecca, munacielli. Sono solo alcune delle creature fantastiche che popolano le regioni d'Italia. Escono dai grimori, balzano fuori dai ricordi dei nonni, protagoniste di storie e leggende che per secoli si sono tramandate di bocca in bocca, incrementando la ricchezza culturale della penisola.Il progetto "Bestie d'Italia" parte da qui, dal recupero delle tradizioni folcloristiche italiane, per raccontarle a chi non le conosce, per guardare con occhi diversi il nostro territorio, pregno di storia, misteri e magia.La prima tappa di questo viaggio nel folclore d'Italia ci porterà in Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Calabria e Sicilia, sulle tracce di lupi, draghi e mostri marini.

Il volume 1 di "Bestie d'Italia" contiene dieci racconti di scrittori italiani, appassionati di fantastico e folclore: Lupomanaio, di Marco Bertoli; Il pozzo, di Gianluca Malato; Anime nella bufera, di Alessio Del Debbio; Jackie Chan contro Dracula, di Mala Spina; Nella bocca del dragone, di Giuseppe Chiodi; Ambrosia, di Elena Mandolini; L'illusione di Morgana, di Giuseppe Gallato; Le figlie della lupa, di Alessandra Leonardi; Il mistero di Atlanta, di Daniela Tresconi; La Mala Grotta, di Monica Serra

Copertina e illustrazioni interne a cura di Marco Pennacchietti. 

Molto tempo fa, il mondo era pieno di meraviglie: folletti che burlavano i paesani, donne depositarie dei segreti delle erbe, cavalieri erranti in cerca di gloria e diavoli tentatori. Non era raro, per gli incauti viandanti, imbattersi in chimere e serpenti volastri, strigi e mannari. Ma solo chi aveva occhi attenti, e mente aperta, poteva ammirare i tesori nascosti negli anfratti delle Alpi Apuane e in Maremma, immergersi negli abissi del mare e camminare per l'antica Tirrenide.

Nelle pagine di questo libro rivivono storie e leggende dimenticate, creature fantastiche che popolavano la Toscana e, chissà, magari la popolano tutt'oggi, sfuggendo allo sguardo distratto dell'uomo moderno.

"Quando Betta filava" contiene quindici racconti fantastici ispirati a leggende del folclore toscano, che offrono uno spaccato dell'immaginario della regione.

Col tempo, Jonathan aveva imparato che il diavolo esisteva davvero, in forme orribili e diverse, come esistevano torme di disperati pronti a evocarlo e a chiederne i favori. Aveva cacciato ed era stato cacciato, aveva visto gli orrori celati negli abissi del mare e nei boschi delle Alpi Apuane, creature dimenticate che attendevano nell'ombra il soffio del vento del riscatto.

(Quando Betta filava, Alessio Del Debbio)

"Tito il dito" è un gran curiosone, non riesce proprio a stare fermo. Quando vede un buchetto, deve per forza infilarcisi dentro, sempre in cerca di avventure e di mondi da esplorare. I suoi fratelli e il povero Giovanni, proprietario della mano, provano a fermarlo, ma come si possono mettere freni alla voglia di scoprire?

"Huffy, l'alieno scoppiettante" si innervosisce quando qualcuno starnutisce, e allora non gli si può proprio stare vicino. Si arrabbia e sputacchia, vomitando parole incomprensibili. La maestra Geraldina e i suoi compagni cercano di aiutarlo, di comprendere l'origine del suo problema, che arriva da molto lontano. Da un altro pianeta, addirittura!

Contiene disegni da colorare.

(Tito il dito e l'alieno scoppiettante, Maria Pia Michelini)

Alcuni autori saranno inoltre presenti allo stand, per incontrare i lettori e firmare copie dei loro libri:

- Alessio Del Debbio: dal 9 al 13 maggio

- Romina Lombardi: dal 9 al 13 maggio

- Daniela Tresconi: dal 10 al 12 maggio

- Luciana Volante: dal 10 al 11 maggio

Vi aspettiamo, con tante sorprese, offerte speciali e chiacchiere librose. 

Non mancheranno le nuovissime borse di "Giovani inversi", illustrate da Alice Walczer Baldinazzo, ispirate alla silloge poetica di Romina Lombardi.