I protagonisti di "I fuochi di Valencia"

CONOSCIAMO I PERSONAGGI DEL ROMANZO DI ELENA COVANI

Quest'estate uscirà "I Corvi di Londra", il seguito del romanzo "I fuochi di Valencia", di Elena Covani, e noi abbiamo chiesto all'autrice di presentarci i suoi personaggi. Ecco José, la Sentinella, e Maria, l'ibrida, protagonisti delle sue storie.

Nome: José Galadriás Jimenez

Età: 25 anni

Caratteristiche fisiche: alto un metro e ottanta, fisico atletico, carnato olivastro, capelli neri lunghi fino alle spalle e occhi azzurri, quasi grigi.

Occupazione: José è un Soldato, un combattente che durante la notte si aggira per le strade di Valencia per difendere gli esseri umani dagli attacchi dei Daemones.

Carattere: José è un ragazzo che ama stare da solo, non parla molto e quando non è in giro per le ronde notturne rimane per ore appollaiato sui tetti della città di Valencia a guardare le persone che passano e la città che si anima. Non ha molti amici, preferisce non affezionarsi troppo alle persone. Non guarda mai le persone negli occhi quando parla o quando gli parlano, è abituato a ricevere ordini e ad eseguirli senza porre tante domande, raramente esprime la sua opinione sulle cose tenendosi tutto dentro.

Riesce a parlare liberamente solo con due persone, Baptista, il suo mentore, e Clareta, la sua migliore amica. Non si cura molto del suo aspetto fisico e appare spesso trasandato agli occhi degli altri. È rimasto orfano quando aveva cinque anni, la madre è morta dandolo alla luce e suo padre è morto durante un battaglia con i Daemoens. Come altri bambini è stato cresciuto dal Concilio, l'organo che guida la comunità delle Sentinelle. Ha imparato fin da piccolo di non avere possibilità di scelta nella sua vita, gli hanno insegnato a combattere perché lui sarebbe dovuto diventare un Soldato, come suo padre. Non avendo mai avuto scelta ha imparato presto a tenersi tutto dentro, considerando le sue insicurezze e le domande sulla sua vita come punti deboli.

L'unica persona alla quale è legato profondamente è Clareta, una sua compagna di corso, che considera come un sorella, e Baptitsta, l'unico con il quale riesce a sfogarsi ogni tanto. Non gli piace la sua vita, vorrebbe essere una persona normale, e non riesce a rassegnarsi al fatto di non avere alternative.

Nome: Maria Ramón

Età: 22 anni

Caratteristiche fisiche: È alta un metro e sessantacinque, corporatura snella ma morbida. Ha i capelli castani e gli occhi verdi, il carnato chiaro evidenzia alcune lentiggini. Nel complesso è una ragazza carina, ma abbastanza anonima.

Carattere: è abituata a cavarsela da sola, non si lascia scoraggiare dalle difficoltà. Non ama essere al centro dell'attenzione, cerca di rimanere per i fatti suoi senza esporsi più del necessario con gli altri. È arrivata a Valencia perché non aveva più nulla che la legasse alla sua città d'origine, Murcia, per cercare una nuova vita. Non ha paura di rimboccarsi le maniche, è abituata a non chiedere niente a nessuno.

Vive la sua vita giorno per giorno, senza aspettarsi niente dal domani. È abituata a lavorare, a casa erano lei e sua madre da quando il padre è morto, quindi fin da ragazzina faceva dei lavoretti per portare qualche soldo a casa e aiutare sua madre. Quando sua madre morì volle disfarsi di tutto quello che le ricordava lei e il dolore che aveva provato nel perderla, lasciò la casa e vendette tutte le sue cose, ma quando fu la volta di disfarsi della scatola dei souvenir si rese conto che dentro c'era una cartina di Valencia, tutta consumata e scarabocchiata, però sua madre non le aveva mai parlato di una viaggio in quella città. Decise di tenerla, l'unica cosa che le avrebbe ricordato sua madre, e decise che la sua vita sarebbe ricominciata proprio da quella città.