"Giovani inversi" in tour a Vicenza

'GIOVANI INVERSI', A VICENZA TRE TAPPE DEL LIBRO-PROGETTO SUL BULLISMO E UNA MOSTRA
DAL 17 AL 21 OTTOBRE INCONTRI CON L'AUTRICE E L'ILLUSTRATRICE VICENTINA

Vicenza, 15 ottobre 2018 - Sbarca anche a Vicenza, grazie alla collaborazione di alcune importanti realtà del territorio, il tour di presentazione di "Giovani inversi. Poesie in tempi di bullismo e altre prepotenze", silloge poetica della giornalista Romina Lombardi (vicentina d'adozione per 10 anni, ex responsabile comunicazione Festival Biblico), illustrata dall'artista vicentina Alice Walczer Baldinazzo per NPS Edizioni (prezzo volume 10 euro). Tre occasioni, il 17, il 20 e il 21 ottobre, per parlare, dialogare e confrontarsi sul tema bullismo, a partire dall'esperienza vissuta in prima persona nel 1993 dall'autrice. Il volume è ordinabile sul sito NPS Edizioni ed è in distribuzione nelle librerie e su tutti gli store.

Si comincia mercoledì 17 ottobre, a Valdagno, per una serata incontro, organizzata dal Progetto Jonathan in collaborazione con la parrocchia Ponte dei Nori,con i giovani e le famiglie del territorio. L'appuntamento si terrà alle 20.30 presso Casa Lelia (Via 7 martiri 153 B).

Evento speciale quello di sabato 20 ottobre,alle 18.00,a Porto Burci,in centro a Vicenza (Contrà dei Burci, 27), organizzato da Amantidi e Porto Burci. In questa occasione, infatti, oltre all'incontro, sarà allestita una mostra con le illustrazioni di Alice Walczer Baldinazzo, contenute nel volume, che rimarrà visitabile fino al 28 ottobre. Alcuni attori interpreteranno le poesie e, dopo la presentazione, sarà possibile fare un aperitivo con autrice e illustratrice. 

 "Abbiamo deciso di organizzare questo evento - spiega Luca Filippi di Amantidi - perché l'arte è l'unica strada che ci permette non solo di vedere la realtà e il mondo circostante, ma anche di percepirlo e sentirlo. Ci permette di osservare le increspature e incrinature, come appunto, il fenomeno bullismo".

Questo primo mini tour Veneto (altre tappe sono in programmazione anche a Bassano e Padova) si chiuderà domenica 21 ottobre alle 17.00 alla Sala Teatro Oratorio di Longare, con un altro importante evento fortemente voluto dal Comune di Longare, amministrazione lieta"di appoggiare la diffusione e la conoscenza di un libro che tratta un argomento tanto delicato, che riguarda i giovani, futura base della nostra società",e NOI Associazione. "L'Associazione - spiega il presidente Claudia Stimamiglio - ha come proprio scopo principale l'attenzione verso i giovani e quindi creare opportunità dove possono vivere esperienze che li aiutino a crescere con una sensibilità verso "l'altro". Il libro "Giovani inversi" è un'occasione, uno stimolo, un modo diverso per parlare appunto con gli adolescenti di un tema che li/ci vedi coinvolti nella quotidianità".

Il libro è un piccolo ma potente volume, un connubio di due giovani donne che attraverso un linguaggio particolare come la poesia e l'illustrazione vogliono sensibilizzare a temi delicati come il bullismo. "Di bullismo si è parlato molto negli ultimi anni, ma spesso non si centra il focus sulla prevenzione e sull'educazione al tema - spiega l'autrice Romina Lombardi, testimone diretta di fenomeni di bullismo - La strada, per la demolizione di questo fenomeno, è ancora in salita, ed è necessario partire da una consapevolezza: il bullismo è sempre esistito e esisterà a lungo. In passato frutto di soprusi accettati e resi leciti nel mondo di allora, nel presente e nel futuro frutto di sempre minor attenzione a processi quali empatia, inclusione, condivisione e socialità. La prevaricazione delle persone, come status di potere è, da sempre e sempre di più, l'elemento di propagazione di questo male". 

"Ecco allora Giovani inversi - continua il direttore NPS Edizioni Alessio del Debbio - una testimonianza viva e forte, di quando di bullismo non si parlava quasi per niente. Una voce che ha scelto la poesia come mezzo di racconto e che riporta il genere nello scenario dell'attualità. Una caratteristica importante questa, perché la poesia è e deve tornare a essere protagonista di una contestazione interiore che porti avanti un cambiamento. Quando abbiamo pensato a questo libro, lo abbiamo fatto anche nell'ottica di portarlo soprattutto nelle scuole, per parlare ai ragazzi in età critica ed è quello che faremo".

E se di bullismo si può parlare attraverso la poesia, in questo piccolo, prezioso libro si fa un passo in più: lo si combatte con la grazia, le texture floreali, i colori e la simbologia semplice ma diretta racchiusi nelle illustrazioni di Alice Walczer Baldinazzo che accompagnano i versi. Declinate in un linguaggio pop, le immagini assorbono il senso della giovinezza e dell'immediatezza, mitigando, di volta in volta, la durezza di certe parole e lasciando un senso di consapevolezza che colpirà anche le menti più adulte. "Devo ammettere che per queste poesie ho deciso di azzardare un po' nello stile - spiega l'artista vicentina - Nelle poesie di Romina ho percepito quel tipo di sincerità che raramente una persona mette in mostra, quindi mi serviva uno stile molto diretto per poter rappresentare al meglio questa prima emozione di sorpresa ed empatia provata nella lettura di determinati versi. In ogni illustrazione ho poi deciso di dare diversi 'indizi' di lettura e comprensione del disegno associato alla poesia: un oggetto, la trama di un vestito, il colore scelto per l'illustrazione stessa..."

Il libro rappresenta anche la prima uscita della collana "Gli straordinari", di NPS Edizioni, un progetto congiunto dell'Associazione Nati per scrivere e del Magazine L'ordinario, volto alla valorizzazione delle persone e delle loro storie.